Elementor e CSS nella realizzazione di Landing Page

Febbraio 15, 2021 - CSM

Mi capita spesso, confrontandomi con miei colleghi, di affrontare il tema dei plugin grafici per CSM, e se sia meglio utilizzare tool come Elementor o invece scrivere tutto manualmente .

Molti miei colleghi dicono di non poter fare a meno di tool come Elementor per la realizzazione di Landing Page, altri aborrano completamente questi strumenti preferendo scrivere il codice manualmente muovendosi tra CSS e Javascript.

Io, diciamo che mi colloco nel mezzo, ma devo ammettere che mi sento più vicino a chi preferisce mettere mano al codice puro.

Chi preferisce lavorare sul codice è spesso additato da chi preferisce i plugin, come uno snob che se la tira, solitamente chi fa questo genere di critiche vende ai propri clienti pagine brutte, fatte male, in discontinuità con lo stile del portale, a prezzi discutibili.

Da professionista voglio aprire una parentesi su questa tematica.

Perché preferisco il codice ai plugin pur non denigrandoli completamente e anzi, facendone uso quando necessario?

Il perché è presto detto.

Meglio Elementor o il CSS Puro ?

Quando si realizza una landing page, una pagina di destinazione, per i non addetti ai lavori, una sorta di volantino/brossure digitale di un prodotto o servizio, stiamo letteralmente costruendo l’abito di quel prodotto o servizio e quell’abito, come un qualsiasi abito elegante/classico, può essere di tre tipi, può essere un abito commerciale, di quelli che trovi in un centro commerciale, può essere un abito firmato preconfezionato, di quelli che trovi in sartorie e negozi specializzati, o può essere su misura, ovvero quello che realizzi insieme al sarto e che rispecchia al 100% il tuo gusto e le tue misure.

Dei tre abiti quello su misura è ovviamente quello che calza meglio e di qualità superiore, mentre quello comprato al centro commerciale, è un abito solitamente di bassa qualità, che necessita di accorgimenti e adattamenti per non sembrare ridicoli.

Landing page commerciali

Una landing page costruita con elementor è esattamente come un abito classico comprato in un centro commerciale, non è un prodotto unico, non è un prodotto che rispecchia totalmente e fedelmente lo stile e il gusto di chi lo indossa, è un abito di cui ci si accontenta e al quale vengono fatte alcune modifiche manuali affinché chi lo indossa non sembri ridicolo.

Landing page su misura

Diversamente, una landing page costruita manualmente, mettendo mano al codice, è come un abito su misura, cucito da un sarto, è un abito unico, costruito ad hoc e che rispecchia perfettamente stile, gusto e misure di chi lo indossa. è un abito completo a cui non servono modifiche accorgimenti e una volta “chiuso” al massimo dovrà essere allargato o ristretto perché il suo possessore è ingrassato o dimagrito.

Una landing page su misura è indubbiamente di qualità superiore, di contro però, va detto che richiede molto tempo prima che sia pronta e ovviamente costa anche molto di più. diversamente, una landing page “commerciale” richiede poco tempo prima che sia pronta e il suo costo è ridotto al minimo.

Quest’ultimo elemento può sembrare marginale, ma non lo è affatto, spesso il budget di un azienda che ha necessità di una landing page è limitato, ed è quindi necessario un compromesso che abbatta i costi ma che non comporti un eccessiva perdita di qualità.

Personalmente sono propenso a mettere mano al codice html per la realizzazione di una landing page, in questo modo è possibile creare una pagina ad hoc, che rispecchi nella maniera più fedele possibile l’identità di un determinato brand, come anticipavo però, non sempre è possibile, e si vengono spesso a creare circostanze in cui per questioni di tempo e di budget non è possibile fare ciò, in quei casi sono il primo a fare ricorso a tool come Elementor, consapevole del fatto che, al di la dei contenuti all’interno della pagina, tutto il resto non sarà unico e i blocchi utilizzati, posso essere ritrovati leggermente modificati e in un ordine diverso, anche su altri portali.

Pro e contro di Elementor

Ciò che non mi piace di strumenti come Elementor è l’impossibilità di avere un risultato finale che possa realmente definirsi unico, ciò che invece apprezzo tantissimo è la sua semplicità d’uso e la possibilità di realizzare in pochi minuti, pagine eleganti e leggere, il tutto ad un costo estremamente contenuto.

Conclusioni

In conclusione, se dovessi realizzare una landing page per promuovere un prodotto di terze parti, ipotizzo la realizzazione di una landing page sul portale di un e-commerce specializzato nella vendita di dispositivi di telefonia e tablet, attraverso la quale promuovere un offerta relativa ai prodotti Apple, potrei utilizzare per la pagina strumenti come Elementor grazie al quale potrei riproporre uno stile elegante e leggero, per quella che è un offerta temporanea.

Se invece dovessi realizzare una landing page promuovere un prodotto proprio del cliente, ipotizzo la realizzazione di una landing page sul portale di una casa di sviluppo che ha realizzato una nuova app, ricorrere ad elementor potrebbe essere limitante poiché quella pagina dovrebbe riflettere in modo ampio e completo quella che è l’identità stilistica dell’app, in quel caso l’ideale sarebbe ricorrere al codice html, in alternativa si potrebbe ricorrere ad una soluzione intermadia, in cui c’è di base una struttura realizzata con Elementor, su cui si appoggia un “vestito” scritto manualmente come codice aggiuntivo.

Rispondi

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: